Obej Obesi, Test Match con gli Old Kaymans Lainate.

Obej Obesi, Test Match con gli Old Kaymans Lainate.

Il Lainate si presenta a ranghi ridotti e prende in prestito, oltre a qualche “senzacasa” del rugby, 3 Babbyoni (Strappo, Kendo e Gianluca) e Roberto Maria da Baggio che sveste i panni dell’arbitro per vestirsi da Kaymano (aveva detto: “no-no, voi siete pazzi io non gioco… al limite arbitro…” poi si è chiusa la vena ed è tornato rugbista).

Vincendo la sua proverbiale pigrizia arbitra Bruno, che ringraziamo sentitamente.

Partita divertente, giocata con abbondante confusione da entrambe le parti ma sempre con correttezza e impegno. Alla fine la spuntano i Babbyoni con un rotondo 3-0 messo “in cascina” nella prima metà della partita.

Babbyoni:

Concentrati per i primi 2 tempi (da 10 minuti ciascuno), buon gioco nonostante un po’ di disordine in campo e l’aver sprecato almeno un paio di buone occasioni; palla che vola spesso fino all’ala con buona precisione e intesa tra i trequarti. Buona anche la prestazione della mischia sia in difesa che in attacco.

Nei successivi 20 minuti la mancanza di allenamento si fa sentire e i Babbyoni pagano un po’ di fatica, inoltre, la sensazione di appagamento per il risultato porta ad una riduzione dell’intensità nel gioco lasciando spazio agli ospiti che, per buona parte del tempo, costringono nella propria metà campo i padroni di casa.

Fortunatamente per noi i Kaymani non sono troppo affamati e non si rendono mai troppo pericolosi.

Kaymans:

Buona partita segnata, però, dalla mancanza di affiatamento con i componenti in prestito. Hanno saputo resistere nella prima parte di gara e spinto fino alla fine. Chapeau.

Mete:

Primo tempo:

Zanna: grande giocata di Peraz col quale si scambia la palla e corsa verso la bandierina sul filo della linea di touche… (equilibrista)

Secondo tempo:

Galaxy: grande volata bucando la difesa…prima meta in una partita ufficiale!!! Il modo migliore per festeggiare il rientro in campo dopo un lungo infortunio… (highlander)

Trinità: la mischia decide di andare di potenza, Trinità si fa carico del compito e sfonda la difesa avversaria… (inarrestabile)

Infermeria: tutto sommato chiudiamo la serata senza troppi problemi: a parte i soliti dolori sono da segnalare il pollice non più opponibile di Falco ed il naso di Abraham prontamente “ripettinato” e messo in dima dal Biagio (rugbista, parrucchiere e chirurgo plastico da bordocampo) In conclusione: bella serata, da ripetere; incontrato amici che hanno giocato con lo spirito giusto, mangiato e bevuto insieme. Insomma che chiedere di più?

Nota d’orgoglio: grazie alla Società Rugby Lyons, ai fratelli Kaymans e a qualche donatore più o meno anonimo abbiamo raccolto e devoluto ai Briganti di Librino, vittime di un vile attacco mafioso, la somma di 400€ per la ricostruzione della loro Club House.

Zanna

Lascia un commento

Close Menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: